«

»

feb
15

Tirrenica: La SAT vuole fare il ponte sul Fiume Mignone con i soldi.. che lo stato non ha

Continua la corrispondenza tra Sindaco di Tarquinia e SAT come accade in un copione di un film, tutti sanno cosa scrivere all’altro!

Purtroppo non è un film la storia dell’autostrada ma una storia triste e lesiva dei diritti alla mobilità per tutti gli utenti della SS Aurelia che non ne avranno più una viabilità gratuita, ne tanto meno quella alternativa.

Riportiamo di seguito la lettera che il Sindaco Mauro Mazzola ha inviato il 10 Febbraio a SAT, allegando però anche la lettera del Ministero alle infrastrutture, a cui entrambi fanno riferimento, per confrontarla con la vuota certezza del Sindaco di Tarquinia che la cita come fosse un decreto Ministeriale invece di ciò che è veramente, una semplice lettera interlocutoria.

Una lettera di un dirigente, quale era il Dott. Ercole Incalza, capo della struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture, oggi ormai in pensione, che il 31 Dicembre 2014, nel suo ultimo giorno di lavoro per lo stato, scrive in maniera generica, senza impegni precisi, per motivi sconosciuti un invito a realizzare le opere menzionate, senza chiarire chi le debba pagare.

Cronologicamente il Ministero scrive a SAT il 31 Dicembre 2014, che risponde il 26 Gennaio 2015, mentre quella del Sindaco di Tarquinia la invia il 10 Febbraio 2014.

Intanto i lavori proseguono sul Lotto 6A tra una lettera e l’altra.

Il valore di una lettera scritta da un funzionario in pensione è molto vicino allo zero, ma siamo all’interno di un copione e tutto diventa spettacolo.

Il Sindaco di Tarquinia, dunque,  invia una lettera al Ministero, prendendo la prima lettera, quella firmata da Ercole Incalza, come fosse un impegno preciso, dalla quale non emerge nessuna di volontà di SAT ne tanto meno del Ministero di realizzare, di spendere anticipatamente i soldi nel Lotto 6A.

Leggendo infatti sulla lettera che SAT indirizza al Ministero, si leggono frasi che presuppongono un impegno concreto, che invece non c’è, visto che quel dirigente ormai in pensione, si è guardato bene dal prenderli.

SAT è bravissima ad interpretare il copione e ottimizza il risultato, anticipando due risultati:

: Batte cassa al Ministero, sulle opere compensative alla viabilità locale, che lei stessa dovrebbe fare, visto che il progetto della Tirrenica approvato è un projet financing e non un opera pagata con i soldi pubblici

:Si fa uno sconto sulle opere da realizzare, perchè da una parte cita le opere della variante al Lotto 6A, nella quale vi sono le complanari indispensabili alla ricucitura del territorio, con il ponte sostitutivo sul fiume Mignone, dall’altra cerca di impegnarsi a realizzarne solo alcune, con il preciso scopo di risparmiare.

I documenti allegati vanno letti in sequenza per una lettura cronologica e critica.

1) Lettera del Ministero 31 12 2014 alla SAT

2) Lettera di risposta della SAT al ministero

3) Lettera del Sindaco di Tarquinia al MInistero al capo della struttura Tecnica di Missione che non è più il dott. Ercole Incalza.

1)

2)

3)