«

»

mar
24

Tirrenica: Le complanari che mancano

Rispondiamo ai numerosi cittadini che chiedono chiarezza su come sarà la viabilità complanare per i residenti e utenti della SS Aurelia alla fine dei lavori sul Lotto 6A previsti per il 2015 della costruenda Tirrenica.

Riportiamo alcune tavole del progetto esecutivo della zona a nord di Tarquinia e la variante pubblicata dalla SAT nel Febbraio del 2014 a dimostrazione che la SAT stessa si accorge che il progetto è vergognoso e privo di complanari.

La variante è una proposta di viabilità integrativa al Lotto 6A, compresa nei lavori del Lotto 6B, opere senza le quali Tarquinia si troverebbe senza complanari per il buon 40% del fabbisogno dei residenti ed utenti della SS Aurelia sottratta alla viabilità locale.

Progetto esecutivo relazione generale

Queste che vedete sono i pochi interventi sulla viabilità connesse che erano previsti nel progetto esecutivo evidentemente isufficienti:

Prima tavola inizio intervento Lotto 6A al Km 0+000.00- 140 m a nord del fosse Torrone STD500

la seconda tavola inizia all’altezza del Fossaccio STD501

Questa tavola è un particolare del prolungamento sottovia all’altezza del casale Pidocchio STD1170

La terza tavola inizia al KM 1+626 altezza punto esazione (zona ACI)  STD502

La quarta tavola inizia all’altezza del viadotto del fiume Marta STD503

Le tavole rappresentano la parte a nord di Tarquinia e senza guardarle tutte fino all’innesto dell’attuale A12 è evidente la carenza di complanari e in alcuni casi l’inesistenza.

Dopo il ricorso al TAR di Italia Nostra e dei cittadini di Tarquinia del Novembre 2011 il Sindaco e la SAT hanno finalmente scoperto che mancavano le complanari e nel Febbraio 2014 viene proposta e pubblicata dalla SAT la Variante, ovvero un’integrazione alla viabilità che mancava nel Lotto 6A e nel Lotto 6B.

Le opere previste sarebbero risolutive per alcune zone di Tarquinia e precisamente per la zona interessata intorno al Fiume Mignone, guarda caso quella interessata dal ricorso al Tar e oggi al Consiglio di Stato.

Il progetto della variante ha due problemi per la realizzazione: 1) è stato inserito nel piano econoico del Lotto 6B quindi non per ora 2) il progetto se pur valido non è stato approvato dal CIPE

La battaglia ora è far realizzare tutte le complanari che mancano e prima della fine del Lotto 6A previsto per la fine del 2015.

Ad oggi il Ministero delle infrastrutture accoglie le ineccepibili osservazioni dei comitati che chiedono la realizzazione delle complanari prima della fine dei lavori del Lotto 6A.

Ma non esistono garanzie.

i comitati continuano la loro opera di pressione ed aspettano il 12 Maggio per la discussione del ricorso al consiglio di stato.