La Lista Civica

 


Questo è lo statuto della lista civica, pensato ed elaborato, per essere semplice e comprensibile, come lo è una stretta di mano!

Proposta di Statuto per la Lista Civica

 

PREMESSA

Le seguenti regole, costituenti lo Statuto della Lista Civica, sono necessarie al fine di rendere trasparenti i principi che regoleranno i rapporti interni, i rapporti con l’esterno (ad esempio la campagna elettorale) e gli obblighi dell’ eletto versola Lista, gli elettori e la cittadinanza tutta.

Candidature ed incarichi associativi sono regolati dal presente Statuto, come le modalità di auto-finanziamento per afferenza volontaria di singole quote.

Gli iscritti e gli eletti dovranno attenersi strettamente alle norme dello Statuto, ispirate a criteri di competenza, merito e partecipazione.

Lo Statuto deve essere sottoscritto da tutti gli iscritti.

 

L’IDEA DELLA LISTA CIVICA

La Lista Civicanasce per dare spazio a progetti di cittadini, associazioni e movimenti che, attraverso le proprie competenze, opinioni e osservazioni, possano agire liberi da vincoli e logiche tipiche dei partiti tradizionali.

Si vuole che il cittadino ritorni ad essere protagonista della vita del proprio paese attraverso un coinvolgimento che dia una nuova identità al “FARE POLITICA”, intesa come  servizio che la popolazione fa a sé stessa.

L’aderente deve mettere da parte il suo interesse particolare e calarsi completamente nel processo di razionalizzazione delle risorse, di risparmio dei soldi pubblici, di tutela del patrimonio artistico ed ambientale e di salvaguardia delle risorse naturali.

Fondamentale la condivisione del concetto di coscienza ecologica e ambientale intesa come impegno civico e responsabile verso le generazioni future. Le riserve della terra non sono infinite, per questo occorre un piano di decrescita che miri al risparmio energetico, delle  risorse e del suolo.

L’appartenenza ad un partito (dal verbo latino partìre: dividere, separare) non può essere in armonia con il compito che gli iscritti e gli eletti sono chiamati a svolgere, ovvero contare uno, come semplice cittadino, condividendo la volontà di instaurare un rapporto di fiducia e di reciproco rispetto, per il raggiungimento del bene di tutti e non del singolo,  cosa che la politica attuale ha dimenticato da molto tempo. Per questo la lista non prevede la partecipazione di iscritti a PARTITI POLITICI

Altro aspetto certamente auspicabile è la messa al bando di quegli accordi intercorrenti fra le forze politiche tradizionali, sia espliciti che sottobanco, difficilmente inquadrabili in un’ottica di “ricerca del bene comune”, ma piuttosto in quella del poco dignitoso conteggio dei voti.

La Lista Civica, inoltre, disdegna la logica consumistica e lo sfruttamento indiscriminato delle risorse e dei mezzi, che spesso portano allo spreco e, qualche volta, sconfinano nell’illecito.

L’adesione alla lista avviene attraverso la sottoscrizione di questo documento.

 

 

 

FINALITA’ GENERALI DELLA LISTA

- Dare spazio ai cittadini, alle loro competenze, ai loro progetti e alle loro idee.

- Tutelare i diritti sanciti dalla Costituzione.

- Incoraggiare l’ impegno politico come progetto e pratica di miglioramento della società.

- Favorire la partecipazione dei cittadini alle decisioni politiche mediante l’adozione di strumenti partecipativi.

 

FINALITA’ PARTICOLARI

- Cercare di costruire un senso comune di soddisfazione per le scelte attuate che rispecchi la realtà dei fatti e non sia il frutto di oculate scelte propagandistiche.

- Raccogliere, produrre e diffondere informazioni sul mondo della cultura, dell’ ambiente, del sociale, dell’ economia alternativa (crescita sostenibile/decrescita felice), della politica vera, nonché tutto quanto possa contribuire allo sviluppo della coscienza civile e della consapevolezza critica.

- Stimolare il dialogo, anche fra gruppi contrapposti.

- Mettere in evidenza e stigmatizzare la deformazione della politica attuale, in particolare l’uso sfrenato della demagogia.

- Favorire l’avvio di progetti di abbandono progressivo dei combustibili fossili, di adozione della filiera corta per quanto riguarda il settore alimentare e di riduzione massiccia dei consumi energetici.

- Attuazione di iniziative (anche di tipo pedagogico) mirate alla crescita della coscienza ambientale nei giovani.

- Lotta senza quartiere alle mafie di ogni tipo. Lotta contro chi distrugge l’ambiente, le risorse e la nostra salute perseguendo logiche legate alle servitù territoriali, al baratto della nostra salute con compensazioni economiche e regalie.

 

FINALITA’ A BREVE TERMINE

- Presentazione di candidati indipendenti alle elezioni amministrative 2012 per il rinnovo della carica di Sindaco e del Consiglio Comunale; iniziative di sostegno e di promozione della Lista; svolgimento delle pratiche amministrative necessarie; coordinamento della campagna elettorale (compresa la gestione degli aspetti economici) con regole trasparenti.

 

IL COMITATO PROMOTORE

Il Comitato Promotore, composto inizialmente dai membri fondatori, ha un ruolo organizzativo:

- Programma ed attua le fasi di avvio del progetto.

- Organizza la segreteria della Lista Civica.

- Coordina la parte burocratica fino alla consegna dei documenti necessari ai fini elettorali: presentazione ufficiale delle firme e del simbolo.

Nell’Assemblea i membri del Comitato non hanno un peso maggiore degli altri.

Il Comitato si scioglie al termine delle elezioni.

 

GLI ORGANI DELLA LISTA CIVICA

Gli organi di cuila Lista Civicadispone per l’ espletamento delle proprie funzioni sono:

- L’assemblea permanente.

- Il Comitato promotore.

- Gli iscritti ai gruppi di lavoro.

- I candidati.

 

GLI ISCRITTI

Possono iscriversi al Progetto della Lista Civica tutti i residenti a Tarquinia. Gli iscritti firmeranno i moduli di legge per la raccolta delle sottoscrizioni.

Sul sito internet www.perilbeneditarquinia.it si troveranno tutti i nomi degli iscritti ed i gruppi di lavoro, nonché l’ agenda degli appuntamenti preparata dalla Segreteria della Lista Civica.

 

L’ASSEMBLEA CONTINUA (O PERMANENTE)

L’ Assemblea permanente degli iscritti è sempre in sessione, anche via internet, tramite il forum.

È composta da tutte le persone che hanno sottoscritto i moduli di adesione allo Statuto.

Per partecipare all’Assemblea Permanente, per presentare proprie proposte e per convocare riunioni tematiche o generali, si farà riferimento agli strumenti del sito web e alla posta elettronica. (indirizzo: [email protected])

 

L’ASSEMBLEA GENERALE

Ogni seduta dell’Assemblea sarà regolata da un ordine del giorno. La lista degli interventi sarà basata sull’ordine cronologico di iscrizione a parlare e sarà moderata da un segretario temporaneo, proposto dal Comitato ed approvato dall’Assemblea.

I tempi di tali interventi saranno inversamente proporzionali al numero degli iscritti a parlare. In caso di assenze o rinunce, il tempo eventualmente rimasto non sarà in alcun modo cedibile.

Tutte le delibere sono prese a maggioranza semplice: 50% dell’Assemblea (arrotondato per difetto) più uno.

 

LA RESPONSABILITA

Ogni Membro risponde delle proprie azioni, in base al principio che la responsabilità civile e penale è individuale.

 

GRUPPI DI LAVORO

I gruppi di lavoro sono organizzati con i partecipanti all’Assemblea, ma possono coinvolgere anche i candidati e devono garantire la rappresentanza di genere.

 

REQUISITI DEI CANDIDATI DI LISTA

- Sono ammesse le candidature di tutti i cittadini con i requisiti previsti dalla legge.

- Chi ha riportato condanne penali non può candidarsi.

- La candidatura di chi ha riportato condanne civili sarà valutata e votata dall’Assemblea Generale.

 

OBBLIGHI DEI CANDIDATI

Può candidarsi chiunque sia iscritto alla Lista Civica, con i seguenti obblighi:

- Presentare certificato penale, curriculum e documento di presentazione;

- Sottoscrizione dell’impegno, in caso di elezione, a rappresentare all’ interno del consiglio comunale solo ed esclusivamente la lista civica;

- Sottoscrizione dell’impegno a mettere da parte eventuali conflitti di interessi, qualora si risultasse eletti;

- Firma della lettera di revoca immediata del mandato elettorale, da impugnare nel caso in cui l’eletto abbia perduto i requisiti minimi sopra descritti;

- Possibilità di presentarsi per 2 mandati al massimo.

 

L’ELETTO:

- Si impegna a non interrompere il mandato per iniziarne un altro;

- Nell’ esercizio delle sue funzioni e prerogative è tenuto a votare ed agire secondo la volontà dell’ Assemblea.

- Solo nel caso in cui fosse impossibile far giungere in tempo utile all’ Eletto la volontà generale espressa dagli iscritti, egli potrà agire secondo il proprio giudizio ritenendosi comunque sempre e  assolutamente vincolato ai programmi e alle indicazioni elaborate dalla Lista.

- Nel caso in cuila Listadisponesse di più Eletti, essi dovranno votare in maniera proporzionale alle volontà degli iscritti, secondo le indicazioni emerse dall’Assemblea Generale.

- L’ Eletto sarà eventualmente coadiuvato da assistenti, eletti esclusivamente dall’Assemblea Generale.

- Deve assicurare di non essere in condizioni riconducibili al conflitto di interessi.

- Si impegna ad aderire soltanto al gruppo consiliare “Per il Bene di Tarquinia”.

- Deve tenere aggiornati i cittadini circa l’attività svolta, la partecipazione ai consigli  comunali, le votazioni e le proposte avanzate, attraverso il sito web www.perilbeneditarquinia.it e organizzando incontri periodici per mantenere un costante confronto con i cittadini e valutare attività future.

DIRITTI DEGLI ISCRITTI

- Gli iscritti hanno diritto a mutare lo Statuto.

- Le proposte saranno presentate ufficialmente a tutti gli iscritti e, dopo essere state discusse ed eventualmente emendate, se approvate dalla maggioranza, verranno sostenute dagli Eletti in tutte le Sedi opportune.

- Gli iscritti possono votare preventivamente, nell’Assemblea Generale, i punti che saranno oggetto di dibattito e votazione anche in Consiglio Comunale.

 

CAMPAGNA ELETTORALE

Ogni comunicazione scritta durante la campagna elettorale deve mirare ad invitare gli elettori ad iscriversi alla Lista prima delle elezioni, al fine di poter esercitare la propria sovranità anche dopo. I criteri per l’iscrizione dopo le elezioni, infatti, saranno aggiornati nel presente statuto.

 

IL VOTO

- Il voto su qualsiasi tema è sempre a scrutinio palese.

- Se in seguito alla discussione rimanesse ancora un gruppo di iscritti che si dichiarano perplessi, i relatori saranno chiamati a dare maggiori spiegazioni riguardo al loro lavoro, fino a che, al momento della votazione finale, non sia tutto perfettamente chiaro.

 

QUOTA ASSOCIATIVA

Non esiste quota associativa, né annuale né una tantum.

 

GESTIONE ECONOMICA

Nella prima fase organizzativa, non esistendo una quota associativa, non è prevista la presenza del tesoriere, pertanto agli iscritti sarà richiesto di partecipare alle spese con un criterio che, di volta in volta, i gruppi di lavoro proporranno e l’assemblea voterà.

Vale il principio dell’ autofinanziamento, quindi non verranno accettati aiuti provenienti da fonti che rappresentano lobbies, di qualsiasi tipo esse siano.

Le spese della segreteria del gruppo promotore sono a carico dello stesso

 

MEZZI DI INFORMAZIONE

La regolare pratica di informarsi e discutere le questioni oggetto di deliberazione prima delle riunioni dell’Assemblea è un requisito fondamentale, ed ha lo scopo di promuovere la democraticità del processo deliberativo. A tal fine l’Assemblea incentiverà fortemente l’ auto-informazione e la partecipazione degli iscritti. Questo faciliterà il lavoro dell’Assemblea e degli organi elettivi e renderà ancora più efficace il forum ufficiale della Lista Civica.

Ogni iscritto, in ogni momento, può utilizzare le risorse messe a disposizione dal sito www.perilbeneditarquinia.it per segnalare articoli, video o altro materiale utile ad informare gli altri iscritti riguardo i temi proposti per il dibattimento.

Ogni iscritto può liberamente accedere via Internet ad ogni singola attività e contribuzione inerente gli iscritti, gli Eletti di Lista, il Comitato Promotore.

Ogni iscritto, durante le Assemblee Generali, può richiedere al Comitato, agli Eletti o ai loro assistenti, che gli venga fornita copia di qualsiasi documento della Lista.

Scheda riassuntiva delle regole della Lista Civica